Annunciati 750 esuberi
La Cisl Fp:Basta dare numeri. Subito un tavolo su organici e riorganizzazione

“Basta dare i numeri. I vertici Inail aprano subito un tavolo su organici e riorganizzazione.


Questa la richiesta urgente della Cisl Fp dopo che oggi l'istituto ha comunicato di voler tagliare circa 750 posti di lavoro soprannumerari.

Tagli veri, su posti effettivamente coperti, che sebbene potranno tradursi in pensionamenti e prepensionamenti, “provocheranno di certo un danno alla qualità  dei servizi erogati dall'Ente.
E la federazione del pubblico impiego Cisl non ci sta:“una sforbiciata che non arriva da sola, ma sommandosi a quello operata la scorsa settima in ottemperanza alla legge 148/2011 totalizza una riduzione di oltre 1800 posti di lavoro. A tutto danno dei lavoratori e dei cittadini


“La situazione è grave‚ denuncia la federazione Cisl, “Non abbiamo sentito una sola parola del Governo sull'avvio di sinergie tra gli Enti previdenziali, sulla riduzione di consulenze, appalti o commesse a società  esterne. Azioni indispensabili per compensare tagli e soprannumeri anche tra aree eterogenee, allontanando ogni ipotesi di mobilità  per i lavoratori


“Non serve convocare il sindacato per dare i numeri‚ attacca la Cisl Fp.“Serve subito un tavolo per trovare soluzioni ragionevoli, che non mettano a rischio nè i posti di lavoro nè le prestazioni. E' necessario varare subito un nuovo modello organizzativo capace di generare risparmio e investire nel capitale umano.


“Una sfida che per rischia di essere perdente‚prosegue la Cisl Fp‚“se anche la possibilità  di tagliare la produttività , e quindi i salari dei lavoratori (prevista dall'art. 4 del ddl stabilità ), dovesse diventare concreta. Senza le risorse economiche destinate al finanziamento dei piani speciali e senza sistemi di responsabilità  dirigenziali affidate a funzionari, il funzionamento dell'Istituto verrebbe davvero compromesso.

Per questo la Cisl Fp ha lanciato una grande mobilitazione finalizzata a chiedere la modifica del ddl stabilità  e ad aprire un tavolo di confronto con gli amministratori dell'Inail:“una richiesta urgente, nell'interesse dei tanti professionisti che ogni giorno garantiscono assistenza e sicurezza sul lavoro, e delle persone che vogliono poter contare su uno stato sociale forte e inclusivo




Condividi