Dirigenza Area VI : Firmato CCNL BE 2008/09

Dopo lo sblocco del quadriennio normativo, in data 12 maggio si è completato il percorso con la firma dell’ipotesi di contratto nazionale per il biennio economico 2008-2009 (Area VI).

Un risultato importante per la Cisl Fp, che porta miglioramenti significativi e completa il percorso di rinnovo contrattuale della dirigenza degli Enti Pubblici non Economici e delle Agenzie Fiscali, e dei professionisti.

"Per circa 4.000 dirigenti e professionisti - spiega il segretario nazionale Daniela Volpato - siamo riusciti ad ottenere un aumento economico sul tabellare e sulle altre voci della retribuzione in linea con gli altri contratti, e a completare il percorso di valorizzazione avviato con il quadriennio normativo e con il primo biennio economico”. Inoltre – prosegue il segretario – “abbiamo destinato ulteriori risorse al salario di risultato correlato al raggiungimento, da parte dei dirigenti e dei professionisti, di specifici risultati aziendali. Ciò per rispondere alla esigenze di miglioramento e qualificazione dei servizi”.

Questi i principali contenuti dell’accordo, in linea con i risultati raggiunti per il personale del comparto nello stesso biennio contrattuale, cioè un incremento pari al 3,2% del monte salari medio:

Dirigenza di II° fascia degli Enti Pubblici non Economici (totale incremento medio mensile € 239,30)
• AUMENTO DEL TABELLARE a regime di 103,30 euro medi mensili;
• AUMENTO DEL SALARIO DI POSIZIONE FISSA a regime 29 euro medi mensili;
• AUMENTO DEL SALARIO DI RISULTATO a regime 107 euro medi mensili;

Dirigenza di II° fascia delle Agenzie Fiscali (totale incremento medio mensile € 191,69)
• AUMENTO DEL TABELLARE, a regime 103,30 euro medi mensili;
• AUMENTO DEL SALARIO DI POSIZIONE FISSA a regime di 29 euro medi mensili;
• AUMENTO DEL SALARIO DI RISULTATO a regime di 59,39 euro medi mensili;

Dirigenza di I° fascia (totale incremento medio mensile € 431,86)
• AUMENTO DEL TABELLARE a regime di 132,10 euro medi mensili;
• AUMENTO DEL SALARIO DI POSIZIONE FISSA a regime di 86,60 euro medi mensili;
• AUMENTO DEL SALARIO DI RISULTATO a regime di 213,16 euro medi mensili;

PROFESSIONISTI degli Enti Pubblici non Economici (medici, avvocati ecc…)
• AUMENTO DEL TABELLARE AREA MEDICA a regime di 110,12 euro medi mensili;
• AUMENTO DEL TABELLARE AREA PROFESSIONISTI a regime di 87,46 euro medi mensili;
• AUMENTO DELLE INDENNITA’ FISSE DELL’AREA MEDICA a regime di 35 euro medi mensili;
• AUMENTO DELLE INDENNITA’ FISSE DELL’AREA PROFESSIONISTI a regime di 35 euro medi mensili;
• AUMENTO DELLA PRODUTTIVITA’ DELL’AREA MEDICA a regime di 43,00 euro medi mensili;
• AUMENTO DELLA PRODUTTIVITA’ DELL’AREA PROFESSIONISTI a regime di 65,66 euro medi mensili;

Importanti anche gli altri risultati normativi ed economici che riguardano gli oltre 1.300 dirigenti degli enti e delle Agenzie Fiscali:
- La conferma della validità per quanto attiene gli effetti economici del contratto anche ai fini della retribuzione del salario di posizione nella componente fissa e variabile.

Così come quelli che riguardano gli oltre 2.500 PROFESSIONSITI degli Enti Pubblici non Economici:
- La riduzione all’inquadramento a due livelli dei professionisti, con il relativo passaggio di tutti i professionisti del livello zero al livello uno, prevedendo che ciò avvenga a decorrere dal 31 dicembre 2009 sulla base dei numeri certificati alla medesima data, come richiesto dalla CISL, al fine di evitare costi inutili a carico del contratto nazionale;
- Il mantenimento dei criteri di selezione per il passaggio dal 1° al 2° livello già previsti dai precedenti CCNL;
- il proseguimento del percorso di riallineamento degli stipendi tabellari dei medici a quelli i degli altri professionisti, utilizzando al meglio le loro risorse contrattuali;
- per gli altri professionisti si è ottenuto un ulteriore apprezzamento delle indennità fisse attraverso lo spostamento di una parte di risorse destinate al risultato;
- l’impegno, contenuto nella dichiarazione congiunta numero 1, per la revisione degli attuali contingenti dei livelli differenziati dei professionisti in occasione del Ccnl 2010-2012.




Condividi