Enasarco: Sottoscrizione preintesa misure a sostegno dei custodi, portieri e pulitori degli stabili

La Fondazione Enasarco ha da tempo deciso di dismettere il proprio patrimonio immobiliare attraverso un piano che, una volta realizzato, manterrà in proprietà i soli immobili di natura strumentale.

In questo contesto la Fondazione ha manifestato altresì l’intenzione di procedere ad un ipotesi che prevede l’affidamento dei servizi, allo stato assicurati dai custodi degli stabili, ad un soggetto esterno.

Nella consapevolezza che tale dismissione può determinare conseguenze nei confronti dei custodi, portieri e pulitori degli stabili destinati ad essere dismessi, la CISL ha sottolineato più volte la necessità di individuare misure specifiche per fare fronte a tale conseguenze tanto che nella preintesa che è stata sottoscritta in data odierna tale necessità viene di nuovo chiaramente esplicitata e fatta propria dalla stessa Fondazione.

La preintesa sottoscritta consente inoltre di introdurre un incentivo all’esodo quale sostegno economico da corrispondere, nelle modalità e nelle misure previste nell’accordo che si allega, ai lavoratori che sceglieranno di non fornire la propria prestazione lavorativa nell’ambito del citato processo di esternalizzazione dei servizi.

L’accesso a tale incentivo avverrà su base volontaria e dovrà essere esercitato da coloro che vorranno risolvere il rapporto di lavoro con l’Enasarco entro 15 giorni dalla data in cui riceveranno, da parte della Fondazione, tale proposta.



Condividi